Incendi 2021, la Sicilia a fuoco

Gli alberi sono la nostra unica difesa contro il riscaldamento globale e noi permettiamo che dei criminali incendiari li brucino… i sistemi di controllo sono inadeguati, il personale e’ insufficiente, i canadair sono di compagnie private, le pene per i pochi che vengono colti sul fatto sono ridicole, se messe in relazione al danno ambientale ed economico, la maggior parte dei procedimenti cade in prescrizione e con la nuova riforma della giustizia sara’ ancora peggio.Qualche giorno fa abbiamo rischiato di perdere una delle riserve orientate piu’ importanti della Sicilia, la riserva Campanito-Sambughetti, che si e’ salvata solo perche’ e’ cambiato il vento che ha spinto il fronte del fuoco indietro sui suoi stessi passi; Canadair e elicotteri possono fare ben poco in presenza di vento e in assenza di personale a terra. Qualche giorno fa le citta’ di Gangi, Geraci e Castel di Lucio sono state assediate dalle fiamme, parte della popolazione e’ stata evacuata, migliaia di ettari di campi e boschi sono andati in fumo, le aziende agricole hanno perso tutto, gli allevatori hanno perso il bestiame… Questo non e’ ammissibile nel 2021, non e’ ammissibile ora!

La razza umana rischia l’estinzione se a fine secolo le temperature si innalzeranno di oltre 2 gradi. Il riscaldamento globale e’ il problema principale da risolvere, non possiamo permetterci il lusso di perdere i nostri polmoni verdi per gli interessi di pochi criminali che quasi sempre la fanno franca o per l’inadeguatezza delle politiche gestionali e dei decisori.

Dobbiamo tutelare i nostri parchi e i nostri boschi. Vogliamo nuove politiche e investimenti seri sulla gestione e la prevenzione degli incendi, piu’ personale, mezzi pubblici, sistemi di controllo adeguati con le piu’ moderne tecnologie satellitari e reti di sensori distribuite sui luoghi sensibili. Dobbiamo tutelare agricoltori e allevatori e incentivare la gente a tornare a coltivare la terra, ad abitare le campagne, questi eventi erano piu’ rari quando i terreni erano coltivati.

Non possiamo operare solo in emergenza, non possiamo lasciare tutto al caso, non ora, non in questo preciso periodo storico che ci vede ad un passo dall’estinzione!

#incendi #Sicilia #2021

Leave a Reply

Your email address will not be published.